Il Videoclip | Pensare, scrivere, girare

“Il videoclip (conosciuto in  Italia  anche come video musicale, filmato musicale) è un breve filmato scenografato,

eventualmente coreografato e prodotto per promuovere una  canzone  ed il  cantante  che la interpreta”

 

L’ideazione di un video musicale prende le mosse dal testo e dalle suggestioni che questo suggerisce a chi deve occuparsi della sua realizzazione a livello video. Partendo da un pezzo musicale di un giovane musicista (o gruppo di musicisti) scelto tra le proposte pervenute, si procederà inizialmente alla visione di diversi videoclip esemplari, cercando di capirne il linguaggio.
A questo punto si procederà all’elaborazione di una sceneggiatura.
Una volta conclusa questa fase fondamentale, i ragazzi verranno divisi in gruppi di lavoro che dovranno occuparsi delle fasi successive: scelta delle location, dei costumi di scena, degli attori che affiancheranno eventualmente il protagonista. Allo stesso modo, in fase di shooting, i ragazzi si occuperanno (in base alle scelte emerse precedentemente) di fotografia, regia e produzione. Una volta terminate le riprese, si procederà al montaggio presso la sala editing di Officina Arti Audiovisive, con coloro che avranno espresso il desiderio di occuparsi di questa
fase determinante per la buona riuscita del lavoro.

DOCENTE

Sandro Nardi. Laureato in lettere e filosofia all’Università degli Studi di Parma, realizza il primo documentario nel 2005, “C’era una rivolta”, sui moti di protesta degli immigrati di seconda generazione scoppiati nelle periferie francesi in risposta alle politiche dell’allora ministro degli interni, Nicolas Sarkozy.
Dal 2008 al 2010 é assistente del regista Giancarlo Bocchi nella realizzazione de “Il ribelle”, documentario sulla figura di Guido Picelli, rivoluzionario parmigiano che nel 1922, a capo di 400 uomini, riuscì a respingere diecimila fascisti comandati da Italo Balbo.
Nel 2010 realizza Gente d’Alpe, documentario sulla vita in montagna nell’Appennino tosco-emiliano e vincitore del premio Città di Imola al Trento Film Festival. Nel 2012 é aiuto regista nel documentario “Il riscatto” di Giovanna Taviani, con Salvatore Striano, protagonista di “Cesare deve morire” di Paolo e Vittorio Taviani.
Negli ultimi anni ha collaborato con l’Ordine degli architetti di Parma e con la
Fondazione degli architetti di Parma e Piacenza, realizzando diversi lavori e un
documentario lungo dal titolo “Parma. Storie di architetti”.
E’ stato responsabile programmazione e selezionatore per due anni del SalinaDocFest, festival del documentario narrativo, giunto quest’anno alla dodicesima edizione.
Ha collaborato con Sky e Mediaset come operatore e montatore.
Insegnante di italiano e diritto del lavoro presso l’istituto Forma Futuro dal 2011, nell’ultimo anno ha collaborato come esperto in diverse scuole di Parma e provincia, facendo laboratori di cinema.
Attualmente è lavora per Officina Arti Audiovisive presso il Distretto del cinema di Parma.

CALENDARIO 

Tutti i lunedì dalle 16.00 alle 18.00 dall’8 ottobre al 19 novembre.

ISCRIZIONI

La partecipazione è gratuita previa compilazione del  FORM DI ISCRIZIONE.

Per informazioni, scrivere a info@officinaartiaudiovisive.com.